DELIRIO DI ONNIPOTENZA: c’è una LOGICA in questa follia?

Si racconta che quando Hitler portò al suo massimo livello la ricchezza sia dell’industria e sia del benessere della popolazione in Germania, l’ARCHETIPO su cui aveva fondato questo “rinascimento” era il concetto della SUPERIORITA’ della razza DI GERMANIA.

Purtroppo Hitler, era un disadattato mentale, che credeva che il suo potere discendesse dal possesso della punta della LANCIA del soldato romano che aveva ucciso Cristo sulla Croce.

Oggi, gennaio 2024, abbiamo un altro disadattato mentale, tale Netanyahu, che pensa che la grandezza di Israele dipenda dall’essere l’unico popolo eletto amato da Dio, e ciò conferirebbe ad Israele il diritto di sterminare i popoli confinanti.

Da questo, il 7 ottobre 2023, sapendo i servizi segreti di Israele, dell’imminente attacco di Hamas, anziché prendere le precauzioni del caso, hanno usato il FALSE FLAG di far sembrare un attacco imprevedibile ciò che è stato l’assalto di Hamas.

Da subito la stampa chiamò il 7 ottobre 2023, il “nostro 11 settembre”, alludendo al diritto degli USA di invadere vari paesi come l’Afghanistan, l’Iraq et altri.

Quindi, se l’analista della storia sa leggere attentamente le dinamiche non farà fatica a vedere che Israele sta cercando in tutti i modi di allargare il conflitto in medio oriente, non solo alla striscia di Gaza, ma in particolare contro il Libano, l’Iran, lo Yemen, et altri.

Una conferma di ciò è nell’articolo di Blondet che segue:

fonte Blondet:

++
cit on
++

Israele trascijna Zio Sam nella ennesima sua guerra

Mike Withney  – UNZ Rewiew

fonte Blondet: https://www.maurizioblondet.it/israele-trascijna-zio-sam-nella-ennesima-sua-guerra/

Israele trascijna Zio Sam nella ennesima sua guerra

§§§

 

L’attacco di droni di questa settimana contro il leader di Hamas Saleh al-Arouri nel sud di Beirut fornisce una prova convincente del fatto che Israele vuole espandere il conflitto oltre i suoi confini. Nelle ultime settimane, Israele ha assassinato un vice leader politico di Hamas ( al-Arouri), un alto consigliere delle Guardie rivoluzionarie iraniane ( Sayyed Razi Mousavi ) e “quasi una dozzina di alti ufficiali militari iraniani” ( Fox News ) in un colpo solo. aeroporto di Damasco. Allo stesso tempo, Israele ha lanciato numerosi attacchi aerei non provocati su Libano e Siria. Tutti questi incitamenti suggeriscono che Israele stia esplorando modi per espandere le ostilità oltre Gaza al fine di far precipitare l’intera regione nella guerra.

Le provocazioni israeliane in tutto il Medio Oriente sono un tentativo di trascinare gli Stati Uniti più profondamente in un conflitto regionale. I leader israeliani sanno che il loro Paese non diventerà la potenza regionale dominante finché i suoi nemici – principalmente Hezbollah e Iran – non saranno gravemente indeboliti. Ma Israele è anche consapevole che i suoi nemici non saranno indeboliti senza l’aiuto degli Stati Uniti. Pertanto, gli Stati Uniti devono essere messi in una situazione in cui si sentono obbligati a impegnarsi militarmente con l’Iran e Hezbollah per salvare il loro più stretto alleato in Medio Oriente. Se Israele aprisse una guerra su due o tre fronti con i suoi nemici – come sta attualmente cercando di fare – allora gli Stati Uniti saranno costretti a intervenire per conto di Israele, aumentando la probabilità che Israele emerga come egemone regionale . Questo è l’obiettivo di fondo dell’operazione attuale.

Niente di tutto questo, ovviamente, ha nulla a che fare con la “sconfitta di Hamas”, che è stato il pretesto utilizzato da Israele per annientare Gaza e spingere la sua popolazione verso il confine egiziano. Il vero obiettivo è cambiare le dinamiche fondamentali del potere in Medio Oriente nel modo che meglio si adatti agli interessi di Israele. Ecco un estratto da un articolo della BBC presentato mercoledì:

Almeno 103 persone sono state uccise dall’esplosione di due bombe vicino alla tomba del generale iraniano Qasem Soleimani nel quarto anniversario del suo assassinio da parte degli Stati Uniti, riferiscono i media statali iraniani. L’emittente statale Irib ha detto che decine di altre persone sono rimaste ferite quando le esplosioni hanno colpito un corteo vicino alla moschea Saheb al-Zaman nella città meridionale di Kerman…. I video mostravano corpi su una strada e ambulanze che correvano sul posto….

L’incidente di mercoledì arriva nel mezzo delle crescenti tensioni nella regione dopo che il vice leader del gruppo palestinese Hamas, sostenuto dall’Iran, è stato ucciso in un apparente attacco di droni israeliani in Libano. Almeno 103 morti nell’esplosione di una bomba vicino alla tomba del generale iraniano Qasem Soleimani – TV di stato e BBC

Israele è responsabile dell’attacco terroristico in Iran?

Le prove non sono conclusive, ma certamente si adattano al modello dei recenti omicidi e attacchi di droni nei paesi vicini. L’incidente del bombardamento ha anche fatto infuriare il popolo iraniano che ha invaso le strade in massa chiedendo ritorsioni. Ancora una volta, la reazione pubblica si adatta perfettamente all’obiettivo di Israele di provocare una reazione emotiva eccessiva che porti l’Iran ad uno scontro diretto con Israele. Tenete presente che l’amministrazione Biden ha due gruppi di portaerei dispiegati nella regione che sono pronti a venire in aiuto di Israele in un attimo. Quindi, se l’Iran dovesse rispondere (con attacchi missilistici o aerei), gli Stati Uniti sarebbero perfettamente posizionati per unirsi alla mischia. Ciò potrebbe spiegare perché Netanyahu continua a bombardare impunemente i suoi vicini. Sa che lo zio Sam “gli copre le spalle”.

ROTTURA | Numerose vittime sono state riportate a Baghdad in seguito agli attacchi aerei statunitensi sul quartier generale della PMU nel complesso del Ministero degli Interni iracheno.

Ecco altro da Aljazeera:

Israele ha lanciato attacchi contro posizioni in Siria e Libano, come parte della sua campagna in corso contro i militari e le forze armate opposte in Medio Oriente.

“L’esercito israeliano ha colpito le infrastrutture militari appartenenti all’esercito siriano ”, ha detto martedì l’esercito israeliano in un post sulla piattaforma di social media X.

“Aerei da combattimento [dell’esercito israeliano] hanno anche colpito le infrastrutture terroristiche di Hezbollah in Libano”, ha aggiunto, promettendo che “continueranno ad operare contro qualsiasi minaccia alla sovranità di Israele”.

Gli ultimi attacchi, avvenuti tra lunedì e martedì, hanno segnato un picco nelle tensioni tra Israele e i suoi vicini che, a suo dire, hanno legami con il suo nemico, l’Iran. L’esercito israeliano lancia attacchi contro obiettivi in ​​Siria e Libano, Aljazeera

Perché Israele fa questo? Perché provocano i loro vicini anche mentre stanno conducendo un’importante operazione contro i palestinesi a Gaza? Tutti questi incitamenti non suggeriscono che Israele voglia ampliare la guerra? Ecco altro da Aljazeera:

Un attacco di droni nella periferia meridionale di Dahiyeh, una roccaforte di Hezbollah, a Beirut, ha ucciso martedì un alto funzionario di Hamas Saleh al-Arouri. Il drone ha colpito un ufficio di Hamas, provocando la morte di sei persone, ha riferito l’agenzia di stampa statale libanese.

Hamas ha confermato la morte di al-Arouri e l’ha definita un “assassinio codardo” da parte di Israele , aggiungendo che gli attacchi contro i palestinesi “dentro e fuori la Palestina non riusciranno a spezzare la volontà e la fermezza del nostro popolo, né a minare la continuazione della loro valorosa resistenza”. ”. Chi era Saleh al-Arouri, il leader di Hamas ucciso a Beirut ?, Aljazeera

L’assassinio di al-Arouri non è stato “un atto spontaneo di vendetta” più degli attacchi alla Siria, al Libano o a Gaza. Fanno tutti parte di un grande piano per ridisegnare la mappa del Medio Oriente provocando i nemici di Israele e poi trascinando Washington nelle ostilità. Questa è in poche parole la strategia di base. Ecco come l’analista politico Arnaud Bertrand ha riassunto la situazione su Twitter:

Israele sta facendo del suo meglio per innescare una guerra regionale bombardando il Libano e l’Iran a destra e a manca, presumibilmente per coinvolgere maggiormente gli Stati Uniti nei combattimenti come una sorta di Ave Maria, ma né il Libano, né l’Iran, né gli Stati Uniti stanno abboccando. Arnaud Bertrand @RnaudBertrand

Bertrand ha ragione; Israele sta cercando di trascinare gli Stati Uniti in una guerra da lui stesso provocata. Ha anche ragione nel dire che l’Iran e Hezbollah hanno mostrato grande moderazione (finora) e hanno resistito alla tentazione di ritorsioni. Ma quanto durerà? Dopotutto, non possono permettere che Israele li colpisca per sempre senza rispondere a tono. E non possono nemmeno ribaltarsi e fingere di essere morti. E non è quello che stanno facendo. Quello che stanno facendo è seguire gli eventi nel loro svolgersi in modo da avere un’idea migliore della strategia più ampia di Israele. Stanno aspettando il loro tempo mentre Israele sposta le sue truppe fuori Gaza e sul fronte settentrionale dove probabilmente si scontreranno con i militanti Hezbollah nelle prossime due settimane. Sembra essere quello che sta succedendo.

Nel frattempo, i media occidentali stanno cercando di preparare l’opinione pubblica ad un altro conflitto in Medio Oriente, ribadendo l’affermazione che una “guerra regionale” potrebbe ormai essere inevitabile. Dai un’occhiata a questi titoli recenti e vedi se riesci a rilevare un tema ricorrente:

Prendilo? I media stanno preparando l’opinione pubblica a una guerra regionale più ampia in Medio Oriente. Articoli come questi vengono utilizzati per persuadere le masse che il conflitto è inevitabile e che la resistenza è inutile.

Ma nell’interesse di chi vengono scritti questi articoli? Quale agenda geopolitica viene promossa? Quale paese trarrà vantaggio da un pubblico americano disinformato che cammina come un agnello verso un’altra folle conflagrazione in cui milioni di persone muoiono e non si guadagna nulla?

Perché, Israele, ovviamente.

A quanto pare, allo Zio Sam verrà chiesto di fornire la forza militare per un’operazione folle che metterà la potenza di fuoco americana contro Hezbollah e l’Iran, nessuno dei quali rappresenta una minaccia per le vite americane o la sicurezza nazionale degli Stati Uniti. L’obiettivo di questa guerra fuorviante sarà quello di eliminare i nemici di Israele in modo che Israele possa “ proteggere il regno ” e assumere il ruolo di egemone regionale, sovrano indiscusso del Medio Oriente.

È un sogno irrealizzabile.

++
cit off
++

Commento (6 viola):

Tuttavia la nostra ANALISI sarebbe gravemente carente, se non citassimo alcuni fatti sottovalutati dalla STAMPA UFFICIALE:

++
cit on
++

(1) fatto:

fonte TASS:
https://tass.com/world/1729687?utm_source=google.com&utm_medium=organic&utm_campaign=google.com&utm_referrer=google.com

7 GENNAIO, 12:51

Il Pentagono non può indicare la data di rilascio del Segretario alla Difesa dopo il ricovero in ospedale

Secondo il portavoce del dipartimento Patrick Ryder, Lloyd Austin è in via di guarigione ed è di buon umore

WASHINGTON, 8 gennaio. /TASS/. Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti non può ancora indicare la data esatta delle dimissioni del Segretario Lloyd Austin dopo il ricovero in ospedale, ha dichiarato il portavoce del Pentagono Patrick Ryder in un comunicato diffuso dal servizio stampa del Dipartimento della Difesa.

Il segretario alla Difesa “rimane ricoverato presso il Walter Reed National Military Medical Center, ma si sta riprendendo bene e di buon umore”, ha detto il portavoce del Pentagono, aggiungendo che Austin ha ripreso le sue funzioni il 5 gennaio. “Ha pieno accesso alle necessarie capacità di comunicazione sicura e continua a monitorare le operazioni quotidiane del Dipartimento della Difesa in tutto il mondo”, ha osservato Ryder.

“Il Segretario ha parlato ieri con il Presidente [degli Stati Uniti] [Joe] Biden”, ha detto il funzionario, aggiungendo che Austin è anche in contatto con il Vice Segretario alla Difesa Kathleen Hicks e il Presidente dei Capi di Stato Maggiore Congiunti, Generale Charles Brown. “Anche se al momento non abbiamo una data specifica per il suo rilascio, continueremo a fornire aggiornamenti sullo stato del Segretario non appena saranno disponibili”, ha aggiunto Ryder.

Il quotidiano Politico ha riferito in precedenza che il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha tenuto nascoste alla Casa Bianca le informazioni sulla posizione di Austin per tre giorni. Austin è stato ricoverato in ospedale il 1 gennaio a causa di complicazioni causate da una recente procedura medica.

++
cit off
++

(2) fatto:

++
cit on
++

fonte real raw news: https://realrawnews.com/2024/01/russian-claim-austin-dead-in-ukraine/

Affermazione russa: Austin morto in Ucraina

Il segretario criminale della Difesa Lloyd Austin sarebbe stato ucciso a Kiev il 3 gennaio quando missili da crociera russi hanno colpito un bunker di comando dove Austin e il tenente generale Valerii Zaluzhnyi, comandante in capo dell’esercito ucraino, si erano incontrati segretamente per discutere di organizzare un’offensiva asimmetrica per “portare Vladimir Putin in ginocchio”, afferma una fonte russa dell’FSB nota per aver fornito preziose informazioni e la verità dietro l’operazione militare speciale di Putin in Ucraina.

Il racconto dell’agente dell’FSB Andrei Zakharov, tuttavia, contraddice direttamente la versione dell’amministrazione secondo cui Austin si sarebbe ricoverato clandestinamente per una malattia sconosciuta al Walter Reed Hospital. Venerdì sera, i media in delirio sono andati in tilt dopo che Politico ha pubblicato un articolo su Austin che si era ricoverato in ospedale e vi era rimasto un’intera settimana senza avvisare il suo capo criminale, il presidente Joseph R. Biden. Il rapporto si è rapidamente trasformato in un dramma inimmaginabile che ha travolto tutti i livelli di governo, con diversi legislatori che hanno chiesto ad Austin di dimettersi contemporaneamente per scarsa capacità di giudizio e mancanza di trasparenza. L’assenza inaspettata di Austin ha messo in imbarazzo un regime criminale che lotta per rimanere a galla.

Zakharov confuta la storia dell’ospedale perché, insiste, Austin e uno stuolo di pezzi grossi ucraini erano nascosti in quello che pensavano fosse un centro di comando militare sicuro, 20 piedi sotto le strade del distretto di Pecheskry, nel centro di Kiev.

L’intelligence russa, ha aggiunto, ha avuto una fortuna marginale nel seguire i viaggi di Austin dentro e fuori dall’Ucraina dall’inizio del 2023. Austin aveva trascorso così tanto tempo a Kiev che avrebbe dovuto fare domanda per la cittadinanza ucraina, ha scherzato Zakharov, aggiungendo che il segreto e per sua stessa ammissione solitario Austin si era recato in Ucraina dalla Polonia otto volte nel 2023.

All’inizio di novembre, una squadra di “cacciatori-assassini” di Spetznas è entrata a Kiev senza essere scoperta dopo aver appreso che Austin era arrivato in Ucraina per fornire personalmente una notizia fantastica a Zelenskyy: gli Stati Uniti e il Regno Unito avevano votato per dargli ancora più denaro e armi gratis. Gli Spetzna avevano gli occhi puntati su Austin e Zelenskyy e furono sul punto di ucciderli, ma la squadra interruppe la missione all’ultimo momento a causa di complicazioni impreviste e non specificate.

Vladimir Putin, ha detto Zakharov, aveva conferito ad Austin il titolo di “criminale di guerra”.

Putin, ha aggiunto, è felice della scomparsa di Austin.

“Sapevamo che Austin era in Ucraina e abbiamo scoperto il loro punto d’incontro. Sappiamo anche che il maiale Zaluzhnyi, assassino di donne e bambini, doveva incontrare i suoi luogotenenti per informarli sulla nuova guerra con i droni. Erano i nostri obiettivi prefissati. Austin è stato un vantaggio.

Venti missili da crociera, ha detto, hanno distrutto edifici di superficie e fatto crollare un labirinto di camere interconnesse nel sottosuolo. Una valutazione dei danni in battaglia rivelò che l’impatto aveva raso al suolo le strutture e devastato ciò che si trovava sotto. Rimasero solo le macerie.

“Niente su questa terra potrebbe sopravvivere a ciò che abbiamo inviato. Sì, è morto. Deve essere morto”, ha detto Zakharov.

Le fonti americane di Real Raw News nella comunità di White Hat, pur evitando di liquidare la storia di Zakharov come un pio desiderio, hanno detto che vogliono vedere la prova inconfutabile della morte di Austin prima di cancellare il suo nome dalla loro lista dei “più ricercati”. Tuttavia, hanno definito la narrazione ufficiale una palese menzogna, perché se Austin fosse andato da Walter Reed, le loro fonti ne avrebbero preso atto e avrebbero informato l’ufficio del generale Smith.

“Non sappiamo se quella storia russa sia una sciocchezza oppure no. Le nostre fonti a Reed sono ineccepibili e dicono che non è mai stato lì. E per quanto riguarda l’altra tua domanda, Mike, non ce l’abbiamo. Se scoprirò di più e potrò condividere con voi, ve lo farò sapere”, ha detto una fonte nell’ufficio del generale.

++
cit off
++

Commento (6 viola):

Sappiamo bene che Baxter NON VUOLE ESSERE UNA FONTE ATTENDIBILE!

Tuttavia è un fatto che Austin dal comunicato TASS:

” Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti non può ancora indicare la data esatta delle dimissioni del Segretario Lloyd Austin dopo il ricovero in ospedale, ha dichiarato il portavoce del Pentagono Patrick Ryder in un comunicato diffuso dal servizio stampa del Dipartimento della Difesa.”

Ciò pone in una situazione di “debolezza” la difesa USA, che rimane esposta alle più varie illazioni.

Inoltre le nuove elezioni che vedrebbero in antagonismo Trump e Biden, risultano ancora più indebolite dal fatto che Trump dice di avere le PROVE che vi è stata una TRUFFA elettorale nel conteggio delle schede, nell’elezione del 2020, e che TRUMP può dimostrare ciò.

Se aggiungiamo che Netanyahu, ha grossi problemi giudiziari che farebbe fatica a risolvere se desse le dimissioni .. si può allora capire la condotta di Netanyahu che preferisce mettere Israele in una situazione di realizzare un DELIRIO di ONNIPOTENZA,  ma che sarà facilmente FERMATO, poiché la federazione RUSSA non permetterà la distruzione dei paesi di medio oriente, e né la Cina non si schiererebbe a fianco della Russia.

E’ quindi nell’interesse di Israele, e della vita sul PIANETA che Netanyahu si dimetta, e lasci il governo.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.