ENRICO GIANNINO EX AEREOPORTUALE DI MALPENSA: GEOINGEGNERIA ARMA MILITARE

VIDEO | ⚠️ENRICO GIANNINO EX AEREOPORTUALE DI MALPENSA: GEOINGEGNERIA ARMA MILITARE ✈️

Dire che le scie chimiche esistono, non è complottismo. Enrico Giannini è riuscito a reperire dei campioni direttamente da alcuni aeromobili civili e li ha fatti analizzare.

⚠️Tutti gli aerei che vediamo in volo, anche gli aerei di linea, praticano la geoingegneria clandestina. Infatti è stata possibile grazie alla collaborazione dell’aviazione civile, perché senza di essa non sarebbe stata possibile, proprio per la necessità di avere abbastanza irrorazioni che possano manipolare il clima.

Tutti i cambiamenti climatici a cui stiamo assistendo, sono dovuti proprio alla geoingegneria clandestina.

La geoingegneria viene utilizzata stranamente da tutti i paesi del mondo, senza nessuna obiezione. Questo porta a pensare che tutti gli Stati siano gestiti da un’unica entità.

In Italia la geoingegneria esiste ed è legale, perché sono stati firmati dei contratti nel 1997 da Silvio Berlusconi, ma nonostante le prove si continua a negare. Esiste un segreto militare.

Le sostanze che vengono irrorate, sono altamente tossiche, le quali una volta che cadono a terra, le respiriamo, le beviamo e le mangiamo.

Il fine della geoingegneria, è il controllo dell’acqua. Cioè il poter decidere quanto far piovere e quanto far durare la siccità, e in questo modo mettere in ginocchio parecchie regioni.

Durante i lockdown, quando gli aerei non volavano, il clima era tornato alla normalità, non vi erano particolari condizioni atmosferiche ed il cielo era azzurro intenso. Questo perché per funzionare hanno bisogno di aerei civili di linea, perché il lavoro per ottenere questi risultati è poderoso.

Parlano di green, ma in realtà sono proprio loro ad inquinare il nostro pianeta.

fonte del video e del testo su telegram:

https://t.me/davide_zedda/25529

Questa voce è stata pubblicata in complotti > clima. Contrassegna il permalink.