Equivoci sul diritto di POPOLO SOVRANO (studio)

Vogliamo segnalare una questione molto importante reperibile sull’articolo di Blondet di oggi 8 marzo 2024: https://www.maurizioblondet.it/litalia-dovra-applicare-il-green-pass-oms/

“L’Italia dovrà applicare il Green Pass OMS”

ed anche reperibile sulla “fonte originale” seguente:

***start

***stop

6viola:

Poiché il testo sull’articolo di Blondet è riportato con errori metto qui di seguito, per comodità di chi legge, il testo dell’avvocato Renate Holzeisen, sopra solo indicato:

++
cit on
++

RA/Avv. DDr. Renate Holzeisen
Rispondo a quelli (incluso l’On.le Borghi) che non vedono l’imminente rischio per la libertà e salute/vita dei cittadini italiani derivante da decisioni già prese a livello euro-unionale:
1. I Regolamenti dell’UE sono vincolanti in tutti i loro elementi e direttamente applicabili negli Stati membri dell’UE – e dunque anche in Italia. (*1)
2. Con il Regolamento (UE) 2022/2371 del Parlamento e del Consiglio non è soltanto stato deliberato che la Commissione Europea può riconoscere a tutti gli effetti connessi lo stato di emergenza a livello europeo, può provvedere all’adozione di un piano di prevenzione, di preparazione e di risposta dell’UE e è stato previsto l’obbligo di adattare quello a livello nazionale, il coordinamento della risposta degli Stati membri, la possibilità per la Commissione di adottare atti di esecuzione immediatamente applicabili, ma c’è una chiara motivazione e dichiarazione d’intenti (anzi obbligo) contenuto nel considerando n. (23) del Regolamento laddove gli Stati membri dichiarano di sviluppare con l‘OMS un nuovo strumento giuridicamente vincolante che integri il Regolamento Sanitario Internazionale, rafforzando in tal modo il multilateralismo e l’architettura sanitaria globale. L‘Unione, secondo gli impegni presi con il Regolamento, dovrebbe sostenere gli sforzi volti a rafforzare l‘attuazione e il rispetto del Regolamento Sanitario Internazionale (RSI) – che sempre secondo questo Regolamento- dovrebbe essere integrato con forza vincolante! https://drive.google.com/file/d/1OH3_hWfv-Jhmyf-zHySxIKR1hdcPNk9y/view?usp=drivesdk… L‘unica bozza resa disponibile dall‘OMS in merito alle modifiche del RSI prevede all‘art. 36 il certificato di vaccinazione che sempre, secondo la bozza delle modifiche al RSI, potrebbe essere imposto in modo autoritario/totalitario dal Direttore Generale dell‘OMS, ma in realtà, leggendo il Regolamento (UE) 2022/2371 – la motivazione contenuta nel considerando (25) anche da parte della Commissione in caso di emergenza – dichiarata dalla Commissione – a livello unionale. https://drive.google.com/file/d/1k75v2-RsgkJihstjNRSyOkm1pu5IXVMU/view?usp=drivesdk… Insomma, con questo Regolamento l‘Italia ha riconosciuto il ruolo preponderante dell‘UE nel caso di asserita e formalmente dichiarata emergenza sanitaria! E a tal proposito è molto preoccupante che con atto del 29 novembre 2022 il Consiglio dell‘UE ha concluso sulle vaccinazioni come uno degli strumenti più efficaci per prevenire le malattie (proprio quelle relative al Covid-19), dichiarando la lotta alla esitazione vaccinale, https://data.consilium.europa.eu/doc/document/ST-14771-2022-INIT/it/pdf… mentre con Raccomandazione (UE) 2023/1339 il Consiglio nei considerando (motivazione dell‘atto) – nonostante il fatto che i cosiddetti „vaccini“-Covid-19 non siano stati autorizzati per la prevenzione del contagio virale – ha – in un enorme falso ideologico – dichiarato che il certificato COVID digitale dell‘UE si sarebbe dimostrato essere la soluzione e lo strumento per garantire la sicurezza. https://drive.google.com/file/d/1ubuTGIo0HcJ-QtZ_6dQEWt2hLZNDBtl5/view?usp=drivesdk… Insomma: chi sostiene che il Regolamento (UE) 2022/2371 non costituisca un atto che NON ANDAVA sostenuto dal nuovo governo proprio per garantire la sovranità nelle decisioni sulla Sanità Pubblica della Repubblica Italiana, disinforma la popolazione. (*2)

++
cit off
++

(*1)

Ci meravigliamo che un avvocato affermi cose prive di fondamento sul piano giuridico.

Infatti dire: I Regolamenti dell’UE sono vincolanti in tutti i loro elementi e direttamente applicabili negli Stati membri dell’UE – e dunque anche in Italia.”

Significa non avere letto l’art.1 della Costituzione Italiana, oppure non avere compreso cosa sia il diritto di POPOLO SOVRANO.

Il fatto che -nelle elezioni- il POPOLO SOVRANO possa delegare al PARLAMENTO, la amministrazione di tale sovranità, non implica che le proposte UE presentate come “direttive” promulgate dalla UE siano né vincolanti, e né automaticamente applicabili in modo esecutivo, se non dopo la RATIFICA -CONSEGUENTE A VOTAZIONE- DEL PARLAMENTO ITALIANO.

Chi conoscesse la differenza tra un tentativo di commissariamento della Repubblica Italiana e la legittimità di tale iniziativa, capirebbe che la Unione Europea, si sarebbe dovuta configurare per essere una UNIONE di Stati Sovrani, di una Costituzione EU, che invece fu bocciata in Francia, dopo il primo tentativo di imporla ai POPOLI SOVRANI NAZIONALI.

Dunque ogni Stato Nazionale, può dissentire dalle linee proposte dalla UE.

Come è successo anche in Germania, ribadire che la massima autorità risiede nel Parlamento Nazionale, e non dunque l’automatismo ipotizzato dall’avvocato Renate Holzeisen.

(*2)

In contraddizione di quanto detto dall’avvocato Renate Holzeisen, il ministro Schillaci ha affermato che avere recpito il protocollo non crea il meccanismo automatico che la Repubblica Italiana vi debba aderire:

Schillaci: ‘L’Italia non aderirà al Green pass globale dell’Oms’

fonte:

https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2024/03/05/schillaci-litalia-non-aderira-a-green-pass-globale-delloms_98286bcb-c551-49ce-85dd-e0c23a9d0684.html

Per chi ancora non avesse chiaro cosa dice l’Art.1 della Costituzione Italiana:

Articolo 1

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

fonte:

https://www.senato.it/istituzione/la-costituzione/principi-fondamentali/articolo-1

dice Borghi a Renate:

Claudio Borghi A.
@borghi_claudio
Cara Renate, lei mi conferma che i richiami alle operazioni OMS non sono negli articoli del regolamento ma nei considerando. Quindi legalmente non hanno alcun valore.
Un po’ diverso da quanto aveva detto.
Ricordo ancora poi che il regolamento è stato votato e negoziato dal governo Draghi. La data di adozione (UN GIORNO dopo l’entrata in carica del Governo Meloni, quando nemmeno i ministri erano entrati in ufficio) è puramente formale.

https://x.com/borghi_claudio/status/1765895901459964161?s=20

6viola:

Supponiamo che il Parlamento Italiano, come dice Borghi abbia ceduto la sovranità nazionale.

Facciamo notare che tale cessione non è nelle potestà del PARLAMENTO che è solo_DELEGATO_  e non detentore del diritto di Sovranità.

Per abdicare alla SOVRANITA’ DI POPOLO SOVRANO, per esempio per una nuova COSTITUZIONE UE, come nel referendum francese che però aveva votato contro! ..

servirebbe un referendum POPOLARE, che NON c’è stato!

relazione dell’avvocato Fusillo in merito al tema attuale: il decreto legge sul “green pass”

fonte su telegram:

https://t.me/quiradiolondratv/51536

il commento cito la fonte suddetta:

L’AVVOCATO FUSILLO SUL PASTICCIO MELONI DEL GREEN PASS.

“Con il nuovo DL 19/2024 il governo ha deciso di prorogare a tempo indeterminato il marchio verde per future eventuali pandemie. I fondi per farlo vengono dall’indennizzo per i danneggiati da vaccino. Si tratta di un decreto-legge che ha efficacia legislativa sino alla conversione da parte del parlamento che deve avvenire entro sessanta giorni.”

Questa voce è stata pubblicata in complotti > salute. Contrassegna il permalink.