FRIDAY, MAY 24, 2024: Shutdown of fintech middleman Synapse freezes thousands of Americans’ deposits

cigno nero?

fonte:
https://triblive.com/news/wire-stories/shutdown-of-fintech-middleman-synapse-freezes-thousands-of-americans-deposits/

traduzione:

La chiusura dell’intermediario fintech Synapse congela migliaia di depositi americani

NEW YORK — I conti bancari di decine di migliaia di imprese e consumatori statunitensi sono stati congelati in seguito alla chiusura improvvisa e al fallimento della società di tecnologia finanziaria Synapse, che funge da intermediario tra le società di tecnologia finanziaria e le banche.

Synapse ha presentato istanza di protezione dal fallimento secondo il Capitolo 11 in aprile e ha interrotto i suoi servizi ad alcuni dei suoi partner fintech o bancari, tra cui Evolve Bank & Trust. Ciò ha causato interruzioni per i clienti dei partner di Synapse, portando al congelamento dei conti o alla visualizzazione di fondi inesistenti.

La chiusura di Synapse ha “messo a repentaglio inutilmente gli utenti finali ostacolando la nostra capacità di verificare le transazioni, confermare i saldi degli utenti finali e rispettare la legge applicabile”, ha affermato Evolve, con sede a Memphis, in una dichiarazione la scorsa settimana. Poiché Evolve è una banca ed è tenuta a rispettare le leggi bancarie, deve assicurarsi che tutti i depositi dei clienti siano contabilizzati al centesimo, il che potrebbe richiedere del tempo.

Evolve ha inoltre sottolineato che, nonostante i depositi dei clienti siano congelati, questi sono ben capitalizzati. Una fonte che ha familiarità con le dimensioni e la portata del numero di conti interessati da Evolve ha stimato che il numero di conti congelati sia inferiore a 200.000. La persona non era autorizzata a parlare a verbale.

Altre banche o società fintech con cui Synapse ha collaborato sono la Lineage Bank con sede nel Tennessee, nonché la società di premi di risparmio Yotta, una società che offre premi ai clienti che risparmiano denaro. Le bacheche di Reddit per Evolve, Synapse e Yotta erano piene di clienti che si lamentavano di non essere in grado di accedere ai propri fondi.

La portata delle interruzioni di Synapse potrebbe ampliarsi.

§§§

Synapse, nei documenti del tribunale, stima che prima di dichiarare fallimento avesse circa 100 rapporti con i clienti che esponevano circa 10 milioni di americani ai loro servizi. Tuttavia, le autorità di regolamentazione bancaria ritengono che la cifra sia estremamente elevata e che il numero di americani colpiti sarà di migliaia o decine di migliaia.

I creditori di Synapse hanno spinto in tribunale per convertire il fallimento al Capitolo 7, che liquiderebbe la società. In tribunale, i rappresentanti dei clienti di Synapse hanno sostenuto che la liquidazione potrebbe peggiorare ulteriormente le interruzioni dei fondi dei clienti.

Le società fintech, nella maggior parte dei casi, non sono esse stesse banche a causa degli elevati costi e delle pratiche burocratiche necessarie per creare una nuova banca. Queste società collaborano invece con le banche – molte delle quali istituzioni più piccole con un profilo nazionale minimo – e utilizzano quella banca come luogo in cui depositare i fondi dei clienti senza dover essere una banca a loro volta.

Per operare in questo modo, le società fintech hanno spesso bisogno di un intermediario tra la società fintech e la banca che possa svolgere la contabilità necessaria per assicurarsi che i conti dei clienti vengano accreditati e addebitati correttamente. Questo è il lavoro svolto da Synapse, sostenuta dalla Silicon Valley.

Non è chiaro quale ruolo possano svolgere i regolatori bancari statunitensi nel caos derivante dal collasso di Synapse. Synapse non è una banca, quindi la sua regolamentazione non è gestita dalla Federal Reserve o dalla Federal Deposit Insurance Corporation. Poiché nessuna delle banche con cui Synapse ha collaborato ha fallito, non vi è alcuna idoneità al pagamento dell’assicurazione sui depositi FDIC.

È possibile che il Consumer Financial Protection Bureau, che ha autorità di contrasto, possa aprire un’indagine sul comportamento di Synapse e sul suo impatto sui clienti.

I banchieri tradizionali e i difensori dei consumatori criticano da tempo il modello di business fintech, in cui queste società sembrano essere banche ma non hanno alcuna delle protezioni delle banche a causa dei fondi dei clienti archiviati altrove.

“Il fallimento disordinato di Synapse e l’impatto sugli utenti finali probabilmente confermeranno i peggiori timori dei politici e dei regolatori riguardo al modello operativo e al fintech in generale”, ha scritto Jason Mikula, un ex banchiere di Goldman Sachs che ha scritto sui problemi di Sinapsi.

Questa non è la prima volta che un problema con un intermediario finanziario causa sofferenze all’americano medio.

Nel 2015, centinaia di migliaia di clienti della società di carte di debito prepagate RushCard sono rimasti senza fondi dopo che un aggiornamento software mal riuscito ha causato il blocco completo dei sistemi di RushCard. I clienti di RushCard, spesso persone a basso reddito, non erano in grado di acquistare generi alimentari o altri beni di prima necessità. La società è stata multata di 13 milioni di dollari dal Consumer Financial Protection Bureau per l’interruzione durata un giorno.

fonte:
https://triblive.com/news/wire-stories/shutdown-of-fintech-middleman-synapse-freezes-thousands-of-americans-deposits/

Questa voce è stata pubblicata in complotti > moneta. Contrassegna il permalink.