Le forze israeliane uccidono due donne cristiane nella parrocchia di Gaza e distruggono il convento di Madre Teresa (by Maurizio Blondet)

Antefatto:

++
cit on
++

Per i cristiani di Gaza è un Natale di sangue

Sua Beatitudine il Cardinale Pizzaballa ci ha inviato quanto segue:

Intorno a mezzogiorno di oggi, 16 dicembre 2023, un cecchino dell’IDF ha ucciso due donne cristiane all’interno della parrocchia della Sacra Famiglia a Gaza, dove si è rifugiata la maggior parte delle famiglie cristiane dall’inizio della guerra. Nahida e sua figlia Samar sono state uccise a colpi di arma da fuoco mentre si dirigevano al Convento delle Suore. Uno è stato ucciso mentre cercava di portare in salvo l’altro. Altre sette persone sono state colpite da colpi di arma da fuoco e ferite mentre cercavano di proteggere altre persone all’interno del complesso della chiesa. Non è stato dato alcun avvertimento, non è stata fornita alcuna notifica. Sono stati fucilati a sangue freddo all’interno dei locali della Parrocchia, dove non ci sono belligeranti.

(continua)

Ed El Papa, muto

++
cit off
++

Commento (6 viola):

Si racconta che i re magi seguendo una cometa si fermarono da Erode per chiedergli se sapeva il luogo dove doveva nascere il nuovo re di Israele. Il re Erode rispose che non lo sapeva, ma li invitava a ritornare una volta che lo avessero trovato.

Giuseppe, invece, ebbe un sogno, in cui un angelo lo invitava a fuggire con Maria che attendeva un bambino, ma non c’era posto in nessuna locanda per loro in Israele.

Anche oggi non vi è nessun posto per fare nascere i bambini a Gaza, le chiese, le moschee, gli ospedali, sono bombardati, nella frenesia di distruggere ogni forma di vita, compresi gli stessi Ebrei che alzano una bandiera bianca, poiché il satanismo si è impadronito delle menti di chi crede solo nella sopraffazione come forma di governo.

Circa 2000 anni fa Erode dette l’ordine di uccidere tutti i bambini appena nati per scongiurare che potesse perdere il trono.

Oggi Netanyahu, conferma che non vi sia nessuna tregua alla distruzione ed ai bombardamenti, con le ruspe che tendono a seppellire anche i superstiti e i feriti dopo un bombardamento.

Evidentemente non stiamo assistendo a una guerra tra 2 fazioni, ma al diritto all’odio e all’uso della cultura della morte come forma di superiorità della adorazione della morte come metodo di potere contro l’antico Dio di Israele, che diceva “a chi vi chiederà chi io sia ditegli che l’IO SONO mi ha mandato a voi”.

Mosè infatti non era fiducioso che gli Ebrei che attendevano le TAVOLE della LEGGE gli avrebbero creduto, ma pensava che se Dio gli avesse rivelato il suo santo NOME, quel Nome avrebbe conseguito il miracolo di accettare il dono di conoscere cosa andrebbe fatto per essere POPOLO DI DIO.

Quel NOME, YHWH, è noto agli Ebrei.

Gli Ebrei sanno se è lecito ciò che sta facendo Netanyahu, seguace di Erode.

Cristo, l’Atteso, pianse alla domenica delle palme guardando Gerusalemme.

Io, vi dico: se amate la vita fuggite dalle responsabilità di Netanyahu, perché se non cambierà la sua conduzione del governo in quei luoghi non RIMMARRA’ PIETRA SU PIETRA.

more info: https://www.maurizioblondet.it/ed-el-papa-muto/

Ed El Papa, muto

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.