Netanyahu: “Hitler non voleva sterminare gli ebrei” (inchiesta di Massimo Mazzucco)

Il ragionamento di Massimo Mazzucco elenca 2 fatti:

  1. fatto:
    un libro che avrebbe ispirato i nazisti di Germania ed in particolare Hitler sarebbe stato ritrovato nella casa di un giovane Palestinese di Gaza, secondo il presidente Herzog
    https://it.wikipedia.org/wiki/Isaac_Herzog. Il libro sarebbe Main Kampf scritto in arabo. https://it.wikipedia.org/wiki/Mein_Kampf. da wikipedia:
    Mein Kampf (in italiano La mia battaglia) è un saggio autobiografico, pubblicato nel 1925, nel quale Adolf Hitler espose il suo pensiero politico e delineò il programma del Partito nazista.
    Tuttavia sembra un reduction ad Hitlerum:
    https://it.wikipedia.org/wiki/Reductio_ad_Hitlerum
    una tecnica massmediale, cito wikipedia:
    La reductio ad Hitlerum (o reductio ad nazium) è un’espressione ironica che designa, sotto forma di falsa citazione latina, una tattica oratoria mirante a squalificare un interlocutore comparandolo ad Adolf Hitler o al Partito Nazista.
  2. fatto:
    Netanyahu, in un video che Mazzucco mostra, è però di una diversa idea:
    il vero mostro che convinse Hitler alla persecuzione contro gli Ebrei fu un arabo: Grande Mufti (al-Husseini) a Berlino nel novembre del 1941, che avrebbe convinto Hitler a BRUCIARLI anziché espellerli fuori dalla Germania.

La conclusione di Mazzucco, è allora il tentativo di recuperare la perdita di immagine di Israele di fronte al mondo demonizzando gli arabi, ancora di più che i nazisti.

Consiglio il testo di Fromm: che affronta i problemi psichici di Hitler detta la psicosi “sindrome di decadenza”. Il libro è [il cuore dell’uomo] titolo originale: The Heart of Man
https://books.google.it/books/about/The_Heart_of_Man.html?id=SgimEAAAQBAJ&redir_esc=y

Hitler non ebbe bisogno del consiglio di nessuno per divenire il mostro che era.

  • Odiava gli ebrei perché ipotizzava che la madre avesse partorito Hitler da un signorotto ebreo presso cui la madre faceva le faccende domestiche e che non lo volle riconoscere come paternità.
  • Faceva l’imbianchino sognando di studiare l’arte. E rubò in un museo la lancia del soldato romano che si diceva che fosse quella del soldato romano che uccise Gesù Cristo sulla croce.
  • Era afflitto dalle idee di incesto, necrofilia, narcisismo.

Quindi Israele faccia un bagno di amore alla verità prima che tutto il mondo isoli ISRAELE, sebbene Netayahu sia in minoranza del suo stesso paese.

Terribili profezie si addensano come nuvole che preparano l’apocalisse sul nostro pianeta se non capiremo che bisogna partire dal dire la verità.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.