Opzione 1: affondare l’ITALIA continuando a finanziare l’UKRAINA – Opzione 2: impresa che fugge dalla UE verso gli USA come la Porche

Opzione 1:
affondare l’ITALIA continuando a finanziare l’UKRAINA

Il delirio in cui è avvolta l’UKRAINA si capisce bene con il tentativo di uccidere Macron e dare la colpa alla Russia.

cito dal blog di Blondet:

Zelenski voleva uccidere Macron a Kiev e dare la colpa a Putin!

Zelenski voleva uccidere Macron a Kiev e dare la colpa a Putin!

link: https://www.maurizioblondet.it/zelenski-voleva-uccidere-macron-a-kiev-e-dare-la-colpa-a-putin/

6 viola:

Vi sono 2 fazioni: il cartello bancario SWIFT ed il cartello bancario BRICS.

Gli USA useranno SWIFT per definitivamente affossare la UE, come era nello studio della RAND Corporation:
link: https://6viola.wordpress.com/2022/09/23/rand-corporation-documento-in-versione-inglese-e-traduzione-in-italiano-di-uno-studio-per-generare-il-collasso-della-ue-grazie-alla-guerra-in-ukraina-rand-corporation-executive-summary-research-rep/

RAND Corporation: documento in versione inglese e traduzione in italiano di uno studio per generare il collasso della UE grazie alla guerra in Ukraina – RAND Corporation Executive Summary Research Report 25 gennaio 2022: indebolimento della Germania, rafforzamento degli Stati Uniti – ANALISI DELLE FONTI – il “suicidio dell’Occidente – secondo il giornalista Roberto Mazzoni che da una copia del documento al “Vaso di Pandora”

Poi si allineeranno al cartello BRICS perché il dollaro non può sostenere una alleanza che prevede la convertibilità in oro, e non minaccia di rubare i depositi tolti alla Russia sulle banche UE, poiché il primo requisito del dare fiducia al sistema bancario e la inammissibilità che ti possano rubare i depositi. Ciò causa che il furto potrebbe avverarsi non solo come vittima la Russia, ma verso chiunque.

Del resto gli usa stampano dollari senza farsi un problema della svalutazione che comporta la inflazione, poiché e finché il dollaro era imposto nelle transazioni internazionali.

Ma la musica è cambiata proprio per la pretesa di “distruggere” la Russia. Che è divenuto “un caso di scuola” di come eravamo sotto un imperialismo di uno contro tutti, applicato con la minaccia di usare la forza da parte del sodalizio Israele/GB/USA.

Ma il sodalizio Israele/GB/USA si è dissanguato nel tentativo di destabilizzare la Russia e non ha armi sufficienti a meno che realizzi una guerra di testate nucleari dopo di che non vivrà NESSUNO.

Da ciò fermare l’egemonia di un potere imposto con l’uso della forza va fermato: il metodo di distruggere le altre etnie è nel delirio di Netanyahu, che non vuole distruggere Hamas, ma tutti i PALESTINESI.

E’ il sistema imperiale che vuole metterci un micro chip perché possiamo essere sudditi che vivono, se vivono, per concessione dell’impero delle forze oscure.

cito le ultime dichiarazioni di Netanyahu

++
cit on
++

non stiamo lottando contro persone .. ma contro demoni ..

Netanyahu: «Un chips dentro tutti»
Maurizio Blondet 14 Febbraio 2024

Blondet:

https://www.maurizioblondet.it/netaniahu-unchips-dentro-tutti/

Netanyahu, primo ministro di Israele: “Ogni persona e ogni bambino avrà un chip, come gli allarmi delle auto”. (by Benjamin Netanyahu)

Il primo ministro israeliano ha svelato pubblicamente il suo piano per impiantare chip nei corpi dei cittadini, a cominciare dai bambini, con il pretesto della lotta al Covid-19.

Presenta questa misura spiegando che il chip, che emetterebbe un effetto sonoro in caso di stretto contatto tra due individui, ha il solo scopo di aiutare a mantenere le distanze sociali. Aggiunge che nessun dato è destinato a essere conservato dal governo

lo stesso Cancelliere Scholz: ha appena rilasciato la seguente dichiarazione: “L’Europa deve entrare in un’economia di guerra su larga scala… Non viviamo più in tempi di pace”!

++
cit off
++

Opzione 2:
impresa che fugge dalla UE verso gli USA come la Porche

Porsche vuole lasciare la Germania per l’America grazie ai sussidi e al sostegno alle imprese negli Stati Uniti. Il prestigioso marchio non vuole più costruire uno stabilimento per la produzione di batterie elettriche Cellforce Gigafactory nel Baden-Württemberg, come previsto, ma prevede di aprirlo negli Stati Uniti, dove Porsche non ha ancora nemmeno la produzione. Il fattore principale sono stati i sussidi governativi: in America le autorità sono pronte a dare a Porsche 2 miliardi di dollari, ma in Germania la casa automobilistica può contare solo su un massimo di 800 milioni. Porsche non è l’unica casa automobilistica che può spostare la produzione fuori dalla Germania. La BMW sta costruendo uno stabilimento di assemblaggio di automobili nella Carolina del Sud. Audi sta pensando anche di aprire stabilimenti negli Stati Uniti. Come ha affermato il capo dell’azienda: “l’America è attualmente un luogo molto attraente”.

https://www.merkur.de/wirtschaft/cellforce-porsche-usa-autohersteller-baden-wuerttemberg-hochleistungsbatterie-gigacatory-zr-92829578.html

fonte su telegram:
https://t.me/rossobruni/37405

Opzione 3:
Unire le forze sovraniste in ITALIA

6viola:

Per ora diagramma PIATTO.

[…]

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.