The propaganda war at the BBC (La guerra della propaganda alla BBC)


satira:
povo de israel, nosso deus agora è outro
popolo di israele, il nostro dio è diverso ora
fonte:
https://t.me/rocknrollgeopolitics/9000

in inglese:

The propaganda war at the BBC

“I have had BBC News on in the background for the last two hours. In that time there have been three lengthy interviews with different relatives of Israeli hostages held by Hamas. There has not been a single interview with a Palestinian relative of a Palestinian prisoner held by Israel.
Today 13 Israeli prisoners and 39 Palestinian prisoners are due to be released. 90% of the BBC mentions of prisoner releases do not include the Palestinians at all. Just finished is a ten minute interview of a Professor in Kent on the psychological effects on Israeli hostages. Earlier there was an expert from Tel Aviv on the psychological impact on Israeli hostages’ families. There has been no report whatsoever of the impact on Palestinian prisoners and their families.
The BBC simply does not treat the Palestinians as human, whereas the emphasis on Israeli personal victimhood is incessant and unrelenting.
Of the 300 Palestinian women and children prisoners on the list possibly to be released during the ceasefire, 252 have never been charged with any crime. 23 were charged with stone throwing.
Since October 8 over 200 Palestinian children have been taken prisoner, none of whom had anything to do with the October 7 attacks. That rather puts the possible release of 33 children and six women today into perspective. But it is not a perspective the BBC would ever give you.
Over 2,000 Palestinians are held by Israel in “administrative detention”, without charge or trial. Some for over twenty years.
Since 1967 Israel has made over 1 million arrests of Palestinians. This “justice” system is an essential part of the imposition of apartheid and the slow genocide, which did not just start this autumn. The BBC won’t tell you that either, and appears to have no problem with permanently showcasing its Israel based correspondents churning out the Israeli propaganda narrative, with no attempt at either perspective or balance.”
Craig Murray (https://www.craigmurray.org.uk/archives/2023/11/no-ceasefire-in-the-propaganda-war/)

⭐️ And remember, the same style propaganda war is being carried out, by basically the same people, in the NATO/Russia war in Ukraine.

in italiano:

“Ho avuto la BBC News in sottofondo nelle ultime due ore. In questo lasso di tempo ci sono state tre lunghe interviste a diversi parenti di ostaggi israeliani detenuti da Hamas. Non c’è stata una sola intervista con un parente palestinese di un prigioniero palestinese detenuto da Israele.
Oggi è previsto il rilascio di 13 prigionieri israeliani e 39 prigionieri palestinesi. Il 90% delle notizie della BBC sul rilascio dei prigionieri non include affatto i palestinesi. È appena terminata un’intervista di dieci minuti a un professore del Kent sugli effetti psicologici sugli ostaggi israeliani. Prima c’è stato un esperto di Tel Aviv sull’impatto psicologico sulle famiglie degli ostaggi israeliani. Non c’è stato alcun rapporto sull’impatto dei prigionieri palestinesi e delle loro famiglie.
La BBC semplicemente non tratta i palestinesi come esseri umani, mentre l’enfasi sul vittimismo personale israeliano è incessante e implacabile.
Dei 300 prigionieri palestinesi, donne e bambini, presenti nella lista che potrebbe essere rilasciata durante il cessate il fuoco, 252 non sono mai stati accusati di alcun crimine. 23 sono stati accusati di lancio di pietre.
Dall’8 ottobre sono stati fatti prigionieri oltre 200 bambini palestinesi, nessuno dei quali ha avuto a che fare con gli attacchi del 7 ottobre. Ciò mette in prospettiva il possibile rilascio di 33 bambini e sei donne oggi. Ma non è una prospettiva che la BBC vi darebbe mai.

Oltre 2.000 palestinesi sono detenuti da Israele in “detenzione amministrativa”, senza accusa né processo. Alcuni da oltre vent’anni.

Dal 1967 Israele ha effettuato oltre 1 milione di arresti di palestinesi. Questo sistema di “giustizia” è una parte essenziale dell’imposizione dell’apartheid e del lento genocidio, che non è iniziato solo quest’autunno. La BBC non vi dirà nemmeno questo, e sembra non avere problemi a mostrare in permanenza i suoi corrispondenti con sede in Israele che sfornano la narrazione della propaganda israeliana, senza alcun tentativo di prospettiva o di equilibrio”.
Craig Murray (https://www.craigmurray.org.uk/archives/2023/11/no-ceasefire-in-the-propaganda-war/)

⭐️ E ricordate, lo stesso stile di guerra propagandistica viene portato avanti, fondamentalmente dalle stesse persone, nella guerra NATO/Russia in Ucraina.

fonte su telegram:
https://t.me/rocknrollgeopolitics/9078

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.